Posted by on 8 luglio 2014

 
 
 

 

Ivano Mercanzin presenze-assenze

Ivano Mercanzin presenze-assenze

Senza catene –
di Salvatore Fittipaldi

Senza catene e senza guinzagli, ce li sopportiamo alla meglio

i nostri contesti domiciliari, benché privi di una qualsiasi sintassi.

di un minimo di addestramento:

stiamo invecchiando insieme

come Kasper Hauser nei nostri nascondigli riservati,

senza capo branco, senza padroni e senza proletari:

l’ultimo termine √® desueto, lo uso con la licenza del poeta:

e uso il senza nel senso di assenza come essenza: